La cucina giapponese Umacamon di Rolling Meadows sostiene la tradizione suburbana di izakaya

La maggior parte delle persone a Chicago non considera il cibo giapponese in termini regionali, ma quando Koichiro “K.C.” Kimori stava complottando per aprire Umacamon, il suo ristorante Rolling Meadows, stava pensando alla sua città natale, Fukuoka.

Cinque anni fa era un tipico salariato che lavorava nella filiale di Elk Grove Village del megadistributore di frutti di mare True World Foods. Fu allora che lui e il suo collega Kazushige -“Kaz”Kaz” Homma concepito come un izakaya di notte, diner di giorno specializzato nei cibi d’autore dell’isola sud-occidentale di Kyushu.

Kimori, che è venuto negli Stati Uniti per studiare all’età di 19 anni e ha lavorato in diversi ristoranti a Seattle prima di intraprendere un periodo di 13 anni nel settore del pesce, desiderava i cibi su cui era cresciuto, come gli spaghetti udon morbidi in stile Hakata , aceto marinato in gallina di pollo fritto nanban, e la variante di ramen oddball in stile Nagasaki conosciuta come champon.

I partner hanno fatto irruzione nell’isola prima dell’apertura, riannunciandosi con le origini del panfried gyoza, del ramen Hakata (meglio conosciuto come tonkotsu) e del motsunabe di stufato di manzo di manzo. Ma avevano anche i loro occhi su ciò che era di tendenza tra gli chef più giovani. Adottando Kumamon, la mascotte prevalentemente polistra di Kumamato Prefettura, come propria, hanno aperto a Rolling Meadows in mezzo all’asfalto a nord-ovest di O’Hare, nei sobborghi dove la comunità degli espatriati giapponesi della regione si è affermata negli anni ’70, e dove un il gusto della casa può essere trovato in izakaya di lunga durata come Sankyu e Kurumaya.

Ci sono un sacco di kyushu preferiti, ma Umacamon non è semplicemente uno specialista. Con più di un centinaio di elementi sul menu, offre una selezione vertiginosa di sushi, yakitori e piatti da bere condivisi. All’ora di pranzo l’attenzione si restringe al sushi e ai cibi di comfort accoglienti: donburi, tagliatelle, piatti di riso al curry e alcuni piatti yshoku (in stile occidentale) come l’hamburger glassato di demiglace, più pagnotta di carne che sandwich, e l’omeleta di frittura avvolta in riso fritto.

Fukuoka è la casa storica del untuoso stile ramen ricco di ossa conosciuto in tutto il mondo come tonkotsu, ma mentre Umacamon lo offre, la firma del ristorante è il campione di Nagasaki, una ciotola di brodo a base di maiale di pollo relativamente più leggero con tagliatelle, frutti di mare, verdure e carne di maiale. Gli attenti osservatori del soupiverse riconosceranno la somiglianza di champon al suo cugino coreano jjamppong, e anche se il suo profilo è morbido, può essere ordinato a spillo con curry o miso. Che tu scelga il piccolo o il grande, è una ciotola ampia, più di un pasto, ma niente in confronto all’attuale speciale invernale: un enorme turane della zuppa, una mezza dimensione più grande della grande normale.

Abbondante porzione è il MO a Umacamon, anche tra gli “antipasti” in stile izakaya, che includono un grande piatto di pantal pantal, un’insalata di granchio fuso speziato-mayo-saturo di pile in cima a metà avocado, e una firma insalata di spinaci rivestito di sesamo la cui salubrità è bilanciata da strisce di radice croccante di bardana e pepite di pollo fritte.

In un pizzico la versione di Unacamon di okonomiyaki – l’amato pancake di strada giapponese lucidato con maionese Kewpie e un mix di ketchup, soia e salsa Worcestershire e inondato di scintillanti fiocchi di bonito – potrebbe sub per una copertura di tombino, e la sua elevazione è potenziata da capesante, gamberetti grassi, e pezzi di maiale. Ma ancora più piccoli morsi sono generosi, come lastre di lingua di manzo rara baciata alla griglia o tavole di sgombro dalla pelle croccante salata, un pesce intrinsecamente assertivo, qui con una lusciousness che suggerisce connessioni durature di Kimori e Homma nel pesce dell’attività di distribuzione. (Il pesce viene consegnato ogni martedì e venerdì, e il ristorante mette insieme anche le offerte di sushi da asporto presso il vicino Mitsuwa Marketplace.)

Lo spirito di generosità è certamente lubrificato dall’accoglienza di asciugamani caldi, una lagniappe di tofu setoso, Asahi e Sapporo birre alla spina, e soprattutto la selezione di shochu per lo più Kyushu-distillato. Ma richiede anche una certa considerazione reciproca da parte dell’ospite. Se, ad esempio, non si approfitta del salad bar gratuito di iceberg a pranzo, o non riesce a finire tutto quello che hai ordinato, i server di Umacamon emanano un senso molto tangibile di preoccupazione che ti hanno deluso. Non vuoi preoccuparli.

“Persone a Fukuoka come grandi,” dice Koichiru. “Mi piacciono anche le cose grosse. Vuoi sentirti come se stessi di ottenere più di quello che hai pagato.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *