Come un Boy Falls inciampa a Northlight

Il dramma familiare di Steven Dietz manca di una posta in gioco elevata. Niente è come sembra essere in How a Boy Falls, il dramma familiare di Steven Dietz che riceve la sua produzione in anteprima mondiale qui a Northlight, e questo è un problema. Se una persona avesse un oscuro segreto, o un passato nascosto, in questa storia di una famiglia scossa dalla morte forse accidentale di un ragazzo, avrebbe potuto fare per un grande dramma, o almeno un interessante. Ma Dietz si accumula su un segreto dopo l’altro, fino a quando non arriviamo a credere a nulla nel gioco è certo, e poi smettiamo di accarezzare.

Ad essere onesti, ci sono molte ragioni per cui non ci interessa la storia di Dietz. Per prima cosa, Dietz, un drammaturgo esperto e compiuto, ha scelto questa volta per trattare i suoi personaggi come semplici pezzi in un gioco molto complicato, con il risultato che i personaggi di Dietz parlano molto, fanno molto, ma raramente dire o fare qualsiasi cosa che ci fa venire voglia di sapere ab chi sono, o perché fanno quello che fanno.

Questo può essere uno dei motivi per cui la produzione attuale è così fredda; non ci sono solo personaggi riconoscibili per attirarci. Ho il sospetto che ci sono molti fattori nella mancanza di calore dello spettacolo, e un sacco di colpa per andare in giro. Per prima cosa, la storia di Dietz non è particolarmente ben strutturata. Ci sono un sacco di grandi rivelazioni nella sua storia, momenti in cui, in una storia meglio raccontata, potremmo ansimare a sorpresa, o sorridere in segno, ma qui ci ricordano solo che nell’universo di Dietz tutto può accadere, e fa, e quindi cosa.

La regista dello show, Halena Kays, sembra assolutamente incapace di trovare alcun dramma in questo dramma. Né i suoi attori; nelle mani di questo cast, le parole di Dietz sono raramente qualcosa di più di un esercizio di recitazione di 75 minuti. Dei cinque membri di questo gruppo, solo Cassidy Slaughter-Mason è in grado di dare al suo personaggio, un’au pair ombrosa e negligente, l’illusione della profondità. Il resto del cast potrebbe essere interpretato da burattini, e nulla andrebbe perso. Infatti, questo gioco potrebbe funzionare meglio con i burattini. Ripensandoci: no, non lo sarebbe.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *